Autunno

Autunno

Non sono mai andato molto veloce, e anche quando andavo a cento all’ora, c’era sempre qualcuno che mi superava. Non che mi dispiacesse, tutt’altro, non mi dispiaceva affatto che qualcuno mi lasciasse indietro, essendo io sempre sicuro del luogo da dove partivo e del posto dove volevo arrivare

Poi, è successo quello che è successo. Inutile programmare le cose a tavolino, tanto poi, vanno come devono e vogliono andare, come se ci fosse una forza sovrannaturale che le governa. In Our Lifetime, nella nostra vita, o almeno nella mia vita, è stato così. Forse, ho potuto definire una partenza e un arrivo, solo quando si trattava di fare una passeggiata o una nuotata……

 

Pazienza, è già mezzanotte ed un quarto e non sarà la notte dei pensieri, dopo queste riflessioni, ci dormirò sopra sperando di dormire bene. Oggi, ho fatto tante cose, domani, ne dovrò fare ugualmente tante altre.

Non sono mai o non sono sempre, le stesse. On A Day, in un giorno, tutti i giorni, le cose di casa e di famiglia si ripetono, le altre non sempre, nella misura in cui sono bravo a cambiare o ad inventare qualcosa di diverso

Poi, però, arriva sempre un momento decisivo, una scelta finale. Prendiamo per esempio quello che sta succedendo in Grecia…….. I fantastici due, Tsipras e Varoufakis alla prova del nove. Prima negoziano, poi rompono, dopo indicono un referendum ed infine cercano di rientrare nella trattativa. Vedremo cosa succederà domenica, e come si pronuncerà il popolo. Ce la faranno a smascherare questo falso impero, Fake Empire?

Comunque vada a finire, hanno detto che dopo 48 ore ci sarà la ripresa della trattativa con l’Europa. Viene un po’ il dubbio che questo del referendum, che all’inizio sembrava un Artifice, uno strattagemma, sia un po’ una perdita di tempo

I Talk To The Wind, può dire Varoufakis, così abituato ad andare in motocicletta. Ha detto che se vince il sì, si dimette, e in questo caso è stato coerente e non ha davvero parlato al vento. C’è da vedere se lo farà per davvero. Probabilmente non lo sapremo mai perché secondo me vince il no

Comunque la pensiamo e la pensiate, ed è abbastanza difficile capirci qualcosa riguardo a questa complicatissima faccenda, questi due politici greci, sono davvero affascinanti, so nice. Anticonvenzionali, anticonformisti, dal look un po’ casual, che siano con il casco o con la camicia slacciata, sono proprio belli, o meglio, simpatici

Put The Game Down, e finisce il gioco, se così si può chiamare, quello che avviene sulle spalle e sulla testa di milioni di persone. Un tempo, forse, si poteva pensare che la politica internazionale fosse un Risiko tra le due superpotenze dell’epoca, adesso no

Non ci sono più superpotenze. Adesso ci sono tante potenze regionali, quindi non è più monopolio o duopolio, è oligopolio. Questioni terminologiche a parte, c’è la democrazia, forse inventata dagli stessi greci, che la manderanno in scena tra poche ore, You Picked M

Allora, andiamo, alla fine, a quella che è l’essenza delle cose, Heart of Chambers. Settanta anni fa il popolo ha combattuto per la libertà, ci sono stati tanti martiri, grazie al loro sacrificio la dittatura, il razzismo ed il totalitarismo sono stati sconfitti. Fin qui sono e siamo tutti d’accordo. Dopo di chè, sono circolate tante idee su come un popolo si debba e si possa organizzare per vivere al meglio.

Qualcuno ha parlato di comunismo, e sappiamo com’è andata a finire nei paesi che l’hanno attuato. Hanno poi parlato di capitalismo e liberalismo, ma anche qui da noi è stato chiaro che questa modalità di organizzazione non fosse adatta e sufficiente a soddisfare le esigenze e le aspettative della maggioranza delle persone. E’ stata allora escogitata la formula miracolosa, quella che avrebbe dovuto salvarci e traghettarci in un mondo finalmente felice. Questa ricetta aveva solo ed unicamente un nome: Europa. Il nostro continente significava libertà di circolazione per i beni e le persone, rivoluzione finanziaria e monetaria, un’unica moneta per tutti. Si pensava, così di poter stare bene, invece purtroppo vediamo come siamo conciati. Cosa facciamo allora? Niente, per prima cosa dobbiamo renderci  che le idee forse vengono interpretate e realizzate male o forse da sole, per quanto belle, non bastano per tutte le contraddizioni del mondo, della vita, dell’umanità…..Che dire, allora……. Nonostante il grande caldo, i 40° che ci sono fuori, questo è l’ Autumn, l’autunno delle idee

Autunno

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *