Barche a Remi

Chitarre, violini, voci a squarciagola. C’è da esultare, se si tratta di un uomo fortunato, un Lucky Man, brano diventato un grande successo, ai tempi, proposto e cantato dai Verve

Verve – Lucky Man

Se c’è un barlume di speranza, uno spiraglio di possibilità, per uscire da questa situazione, bisogna sforzarsi di trovarlo. Dico questo perchè c’è l’equivalente anglosassone di barlume, la parola, prima glimmer, corrispondente al prossimo brano dei Maccabees

Maccabees – Glimmer

Una luce blu sfuocata. Non è quello che ci vuole per riscaldarsi. Eppure è proprio questo il prossimo titolo fuzzy blue light, brano di un artista che presento per la prima volta. Si tratta di Adam Young e del suo progetto musicale solista, a cui ha dato il nome di Owl City

Owl City – Fuzzy blue light

Dibattere sulla potabilità dell’acqua, la commestibilità degli alimenti, la respirabilità dell’aria. Si parla di questo, purtroppo, in questo martoriato paese. Abbiamo sete di verità, giustizia, trasparenza, chiarezza, etica, morale. Abbiamo sete, come dice il titolo di questo brano Thirst dei City and Colour

City and Colour – Thirst

Compiti, commissioni, lavori e lavoretti vari. Sono le solite cose che ci aspettano, dal mattino alla sera, quindi anche, a metà giornata, ovvero nel pomeriggio. C’è sempre l’aspettativa di qualcosa di più. Dovrei essere bravo a crearla. Almeno ci proverò, come hanno tentato di fare loro, gli Whitlams con la loro Royal in the Afternoon Whitlams – Royal in the Afternoon

Se sono tutte barche a remi, è importante andare tutti nella giusta direzione. Ovvero, nessuno deve remare contro, come si dice oggi, con un’espressione usata e forse abusata. Sono tutte barche a remi? Penso proprio di sì, infatti il titolo è All The Rowboats e lei è Regina Spektor

Regina Spektor – All The Rowboats

Parlavamo prima dei gravi problemi di questo nostro paese. Mettiamo un po’ di energia e ritmo con il prossimo brano di Paul Weller. Lui dà una bella risposta a tutti i nostri mali, è tutta condensata in questo titolo, Wake Up The Nation Paul Weller

Old Skin, una vecchia pelle. Un titolo che induce alla tenerezza, infatti il brano omonimo, è molto struggente. E’ cantato da Olafur Arnalds, in coppia con Arnor Dan. Prima volta che li sento nominare, sentiremo parlare ancora di loro, anche perché il disco è di quest’anno

Olafur Arnalds, Arnor Dan – Old Skin

Head On, testa su, quindi, presumibilmente, una testa sulle spalle. Direi di sì, il brano è bello, induce all’attenzione, è stimolante, niente male. Ci aiuta, nella calma, nella concentrazione. E’ una bella musica, di sottofondo, adatta a chiudere in bellezza questa nostra playlist di oggi. Loro sono i Man Man

Man Man – Head On

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *