Blue Boy

Roboanti chitarre, stile anni ’70. Le voci tardano ad arrivare, ma poi, ci sono anche loro. Sono quelle di Linkin Park e Rakim, ed annunciano: colpevole lo stesso, guilty all the same         Linkin Park, Rakim – guilty all the same

Forrest Gump è un film del 1994 diretto da Robert Zemeckis e interpretato da Tom Hanks. Un attore che mi ricordo anche come protagonista di Cast Away e Salvate il soldato Ryan. Adesso però non c’è lui, ma solo il titolo del suo film ed il brano, dei Digitalism – Forrest Gump

Come tante persone sono anch’io alla ricerca di un modo facile di fare soldi. Non c’è niente di strano, forse è strano che Johnny Marr mi abbia letto nel pensiero. Benvenuto anche a lui con la sua Easy Money – Johnny Marr

Silenzio che non parla nessuno. Arriva un brano interamente strumentale, fa da sottofondo, mentre ammiriamo le mura del castello, in compagnia dei  Musee Mecanique – Castle Walls

Uno più uno fa due, me più uno, penso la stessa cosa. Non c’è una grande differenza, o forse sì, essendo il regista dell’operazione Kasabian, con il suo brano Me Plus One – Kasabian

Lasciato solo, left alone. Non deve essere un’esperienza tanto piacevole. Ha infatti un tono un po‘ lamentoso e prova a raccontarci, e cantarci ciò che sta succedendo Flume – Left Alone

In fotografia e sui giornali, il concorso di bellezza più famoso del mondo, Miss Universo. Anche qui da noi proviamo non manca il fascino, proviamo allora a seguire la scia con La Roux e il suo brano Fascination – La Roux

Appendermi ad asciugare. Succede quando si è troppo consezienti, oppure troppo succubi. Succede anche a loro, i Cold War Kids, che cantano e suonano questa loro                                hang me up to dry Cold War Kids

I could go, potrei andare, ma per il momento non lo faccio. Rimango qui, per continuare a raccontare i miei ascolti musicali, adesso con Oberhofer – I could go

Wonderwall, è il brano famoso, che originariamente era stato inciso nel 1995 dagli Oasis. Noi oggi lo ascoltiamo da Ryan Adams, che ci regala questa sua interessante interpretazione     Ryan Adams – Wonderwall

E‘ una voce familiare, o almeno così mi sembra. A ben vedere però lo ascoltata solo una volta, questa di Mac Demarco. Si vede ha un forte potere empatico, e mi cattura con il suo             Blue Boy – Mac Demarco

Cosa potresti fare con un karaoke? Cantare, o imparare a farlo, cosa che loro fanno benissimo, e sono gli Smallpolls, un piacere poterli ascoltare Smallpolls – Karaoke

I ritmi vorticosi dei cults con la loro musica e l’essenza della loro personalità artistica. Essendo, being it, è il titolo del loro brano, da ascoltare  cults – being it

Potremmo essere morti domani. Sì, ma…… che senso ha dirlo, o cantarlo! In Italia nessuno farebbe una canzone così. In inglese, ci ha pensato Soko e forse il titolo, in originale, non è poi così sinistro  we might be dead by tomorrow – Soko

Capitale di un regime, poi città occupata, in seguito divisa, successivamente ritrovata, nella sua unità, di capitale. Siamo nel cuore dell’Europa, precisamente in Germania, a Berlino, con            RY X – Berlin

Reflections, riflessioni. Se ne possono fare tante, già il fatto che siamo qui a scrivere, verso la fine di un viaggio musicale, significa qualcosa. Se poi c’è anche un brano intitolato così, anche meglio Misterwives reflections

 

Non so se c’è una luna blu. Non ho guardato fuori. Posso dire comunque che oggi il cielo era sereno o poco nuvoloso, e c’era molto vento. Se anche non c’è la luna, c’è però questa             Blue Moon Beck

Perso nel paese delle meraviglie. Da oggi non c’è solo Alice, ci sono anche i Bang Gang, essendo il loro prossimo brano così intitolato Lost in Wonderland – Bang Gang

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *