California Girls

Stephin Merritt, artista americano della mia generazione, essendo nato nel 1966. Molte le collaborazioni con diversi gruppi. Uno di essi, i Magnetic Fields, ho provato varie volte ad ascoltarli. Inizio comunque con And He Would Say, brano solista del nostro uomo, accompagnato per l’occasione da un coro femminile

Stephin Merritt – And He Would Say

Foto328

I Magnetic Fields, di cui parlavo prima, in una canzone che almeno nel titolo, copia un celebre brano dei Beach Boys. Ci andiamo ad ascoltare California Girls, dall’album Distortion del 2008. Più di 40 anni prima, nel 1965, era invece uscita California Girls dei B.B.

Magnetic Fields – California Girls

 

In attività dal lontano 1984, arrivano gli Yo La Tengo, complesso americano con questo nome stranissimo. Originari del New Jersey hanno una composizione ridotta, formata da due coniugi ed il bassista James McNew, terzo incomodo. Molto ampia la discografia con 16 album all’attivo. Noi ci ascoltiamo adesso You Can Have It All, puoi averlo tutto

Yo La Tengo – You Can Have It All

 

Strange, strano. Strano sicuramente nel nome, chiamandosi Galaxie 500. Non è un’autovettura, è un gruppo in carne ed ossa di genere dream pop. Sono stati in attività solo per quattro anni, dal 1987 al 1991. Questo brano è una buona occasione per conoscerli

Galaxie 500 – Strange

 

The 15th, il brano, 154 l’album. Protagonisti i numeri, mentre l’autore si chiama Wire ed altro non è che una band inglese che ha esordito negli anni ’70. Risale a quegli anni anche questo album, uscito nel 1979. Siamo quindi in pieno clima revival

Wire – The 15th

Una lettera, anzi delle lettere, in genere ad altre persone, queste invece ad un’entità superiore. Letters To God è il titolo di questa canzone, dei Box Car Racer, che hanno intitolato così anche il loro album. Racer vuol dire corridore, il ritmo è veloce e c’è anche l’ombra di un uomo che corre in copertina. L’album, l’unico che hanno inciso, è del 2002

Box Car Racer – Letters To God

 

Un macchinone americano, visto da dietro. Una cosa esagerata, ma si u.s.a. così. L’abbiamo come copertina del disco Diamonds And Guns dei Transplants. Questi diamanti e pistole, sono esagerati anche loro, come la musica, scatenata e a tratti parlata di questa canzone

Transplants – Diamonds And Guns

 

The Cure ed un genere di musica che mi è più congeniale, da pop alternativo . A Letter To Elise è questo loro brano, tratto dall’album Wish, del 1992

The Cure – A Letter To Elise

 

Un brano breve, questo Christine. Dura meno di 2 minuti, protagonista una donna, il cui nome viene ripetuto, nel corso della canzone. Autori Siouxsie And The Banshees e questo pezzo è tratto da Kaleidoscope, un album acclamato dalla critica e dal pubblico nel 1980

Siouxsie And The Banshees – Christine

 

Kling I Klang, un nome che ricorda King Kong. Stiamo parlando invece di Paul Weller, chitarrista e compositore inglese nato nel 1958 e con una ventina di dischi all’attivo. Questo brano fa parte dell’album Sonik Kicks, inciso nel 2012

Paul Weller – Kling I Klang

 

Rimaniamo a cavallo degli anni 70 ed 80 con i Secret Affair, band inglese attiva in quegli anni, che raggiunse l’apice del successo con il singolo Time For Action. Time for Action è anche il titolo di questa raccolta di successi, da cui è tratto il brano che ci ascoltiamo Streetlife Parade

Secret Affair – Streetlife Parade

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *