Daredevil

Qualcosa di unico, straordinario, irripetibile ed inimitabile, quello che faceva con la testa e con le mani quel funambolo americano che ha perso la vita nel parco di Yosemite. La sua formula mentale, quella con cui riusciva a dare l’input agli arti inferiori e superiori, era non avere limiti. E’ per questo che le mani e le gambe riuscivano ad arrampicarsi in quella maniera, il corpo restava in equilibrio camminando su una fune, lui poteva lanciarsi da altezze impossibili. Rimarrà nel nostro ricordo anche il suo cagnolino, quello che si portava quasi sempre appresso e lo seguiva nelle sue azzardatissime imprese. Ieri meno male che non c’era, almeno lui si è salvato. I Don't Know What to Do

My Hair Aveva i capelli lunghi e si faceva chiamare Daredevil, come il personaggio Marvel, che di giorno fa l'avvocato e di notte combatte il crimine. Questo Daredevil combatteva la paura: ha vissuto quarantatré anni senza limiti, con ladrenalina sempre al massimo, guardando la terra dall’alto, come gli uccelli The bird of music

Daredevil

Con la sua tuta alare, o in equilibrio su un filo, fino all’ultimo salto, quello fatale, avvenuto in California. Nel suo ultimo volo Daredevil non era solo. Con lui non c’era la sua amata cagnolina Whisper che tante volte ha tenuto sulle spalle ma c’era Graham Hunt, un noto base jumper. Insieme si sono lanciati da 2.286 metri d’altezza, volevano volare in una fessura della montagna, forse troppo stretta, fatto sta che i paracaduti non si sono aperti e i soccorritori hanno trovato i loro cadaveri qualche ora dopo aver perso i contatti. In The Valley Below

Daredevil

Il suo cane, tanto fedele da seguirlo in queste imprese impossibili, simpatico anche lui. Con questo musino, le orecchie appuntite, gli occhialini e la tuta alare…..Chissà quanto rimpiangerà il suo padrone!! Come On Over

In questi giorni, ho compilato e stampato dei documenti, fatto la spesa, sono andato in palestra e in bicicletta, ho bevuto un superalcolico, preso un analgesico, fatto diverse commissioni personali e familiari. E rieccoci nel mondo delle persone normali, quelle che si guardano allo specchio, e magari, si trovano una macchia, un eczema, un capello bianco. Prima o poi, verrà fuori la nostra straordinarietà, mentre My Mirror Speaks

Non si può pretendere che il tempo, metereologicamente parlando, segua una logica. Ieri 30 gradi e sole, oggi 12 gradi, pioggia e vento. Sembrava di essere tornati in autunno ed inverno. Aspettiamo la riscossa del solito anticiclone delle Azzorre, che prima o poi arriverà. Fallen Snow

Da inizio settimana abbiamo superato il giro di boa e ci avviciniamo, lentamente e stancamente, ad un altro week-end. Niente di nuovo sul fronte occidentale, a parte un’iniziativa di sky, in agenda per giovedì 21 maggio. Potremo in questa data capire meglio di cosa si tratta. Credo sarà la solita beneficenza, ne fanno già tanta, e non si stancano mai…….Weekend

La grossa zanzara vista oggi in casa mia, era enorme, quasi da libro di zoologia. Avrei potuto fotografarla, ma siccome non ci tenevo ad averla come animale domestico, ho pensato bene di ammazzarla, e ci sono riuscito, malgrado fosse in una posizione scomodissima Rats in the Palm Trees

Ieri ho straviziato con gelato e caramelle, oggi mi sono dato a dei costumi più morigerati. A pranzo mi sono accontentato di 2 barrette dietetiche, a cena un piatto di riso con gli asparagi. Tra poco, la solita pastiglia di melatonina. E’ forse giusto fare così, ovvero non essere né viziosi, né salutisti. La cosa migliore è alternare le due cose

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *