Due Settimane

Le spiaggie che tra una manciata di mesi ritroveremo, quando giungerà la tanto sospirata estate. Solo che qui, non si parla di spiagge, ma di coste. E sono coste perdute, queste cantate dagli Okkervil River – Lost Coastlines

Una società dei fantasmi Ghost Society. E’ la ricerca di nomi bizzarri, e trova la sua esplicitazione in questi appellativi poco realistici, inverosimili. Per il titolo, invece, la fantasia si ferma alle mani, ovvero alle tue mani, Your Hands

Ghost Society – Your Hands

Memphis, già passata alla storia per essere stata patria del re del Rock and Roll, Elvis Presley. Adesso, dobbiamo annoverare anche una band che si chiama con questo nome. Da quello che sento, è bella musica, da ascoltare insieme. Il brano è I Want The Lights On After Dark

Memphis – I Want The Lights On After Dark

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/4/4f/Lepsius-Projekt_tw_1-1-12.jpg/800px-Lepsius-Projekt_tw_1-1-12.jpg

Una tranquilla serata di un qualsiasi fine settimana. Si cerca un programma per le vacanze, oppure si pensa banalmente alle tante cose da fare. Subentra la stanchezza, e poi la musica, a fare da sponda a questo momento di evasione. Evasione che continua con questo brano dei

Typhoon – The Honest Truth

Un colpo di coda dell’inverno, fa molto freddo, e arriva Jonsi, autore e chitarrista islandese, a tenerci compagnia. Questa sua musica, è molto particolare, la possiamo ascoltare con questo brano, Sinking Friendships

Jonsi – Sinking Friendships

La creatività di un gruppo musicale, chiamato Polyphonic Spree. Originali nel genere di musica, e anche nel nome. Sono da ascoltare con interesse per la novità di stile che propongono. Ecco quindi questo loro brano intitolato Section Nine

Polyphonic Spree – Section Nine

 

Freeze and Explode e traduco il titolo di questo brano, congelare ed esplodere. Sono gli effetti dii una temperatura, al di sotto dello zero. Non è così per questa musica, che riesce a scaldare a gli animi ed il cuore, grazie anche all’autore Cassettes Won’t Listen

Cassettes Won’t Listen – Freeze and Explode

La dolce melodia di due settimane. Potrebbero essere quattordici giorni, ma in genere si arrotonda a quindici, forse, solo per un fatto di estetica. Qui però non si può sbagliare, Two Weeks è proprio il titolo di questo pezzo dei Grizzly Bear

Grizzly Bear – Two Weeks

Dicono e cantano siamo giovani. Lo fanno con qualche ragione, essendo Juveniles, minorenni. Senza farne una questione di età, proviamo allora ad ascoltarli, in questo brano, intitolato We Are Young

Juveniles – We Are Young

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *