Flying Into Tokyo

 

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/24/Santur_babylon2.jpgFaster, se non sbaglio vuol dire più veloce. Per quanto sia ritmato, questo brano ha un arrangiamento tradizionale, trombe, chitarre, e vocalist: Matt Nathanson interprete ed autore di questo disco, uscito quest’anno 

Matt Nathanson – Faster

 

David Gray, un cantautore inglese, già diverse volte incontrato. Questa volta ci canta Babylon, un luogo antico, ma pur sempre attuale, se inteso come sinonimo di confusione. Una confusione che conosciamo bene, quindi godiamoci questo pezzo, senza pensarci troppo  

Matt Nathanson – Faster

 

 

The Wolf is Getting Married, il lupo si sta sposando, anche lui? E’ così bello accoppiarsi, che bisogno c’è del matrimonio, pensavo lo facessero solo gli umani…. Sinéad O’Connor, interprete molto conosciuta, canta questo brano rock con la sua voce molto coinvolgente

Sinéad O’Connor – The Wolf is Getting Married

 

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/b/bc/Tokyo_Tower_at_night_2.JPGThe Gaslight Anthem, un gruppo punk rock statunitense del New Jersey, per la prima volta con noi, si fanno conoscere con Here Comes My Man, titolo molto simile ad una canzone scritta da George Harrison per i Beatles

The Gaslight Anthem – Here Comes My Man

 

Altro esordio di stasera, gli Alkaline Trio, nome abbastanza pertinente, per questa band. Sono in tre, e se vogliono ricaricare, ci riescono abbastanza bene. E’ infatti un tipo di musica veloce, un rock aggressivo. Il pezzo si intitola Continental

Alkaline Trio – Continental

 

Un brano più tranquillo, sicuramente non rock. E’ interamente strumentale, si intitola molto poeticamente, Flying Into Tokyo. Si sentono anche i violini e le arpe, è quindi un tipo di musica, quasi classica. A farsi conoscere così sono i Magnetic Man

Magnetic Man – Flying Into Tokyo

 

Un pop alternativo risalente agli anni ’80. Esecutori, il gruppo inglese dei Siouxsie And The Banshees, la cui attività si snoda nell’arco di una ventina d’anni, tra il 1976 ed il 1996. Baciali per me la traduzione di questo titolo Kiss Them For Me

Siouxsie And The Banshees – Kiss Them For Me

 

   

A cavallo degli anni ’70/80 troviamo anche i Bauhaus, inglesi pure loro, nonostante questo nome un po’ tedesco. Il loro brano è She’s In Parties, e penso voglia dire è in giro per feste, quindi si continua con cose abbastanza piacevoli

Bauhaus – She’s In Parties

 

 

 

It’s A Shame About Ray. Shame è vergogna, peccato, ma non ci facciamo troppi problemi. Vogliamo chiudere così, in bellezza, con questo branno dei Lemonheads di una ventina d’anni fa, sempre bello da ascoltare

Lemonheads – It’s A Shame About Ray

 

 

   

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *