Fool

 

http://mrg.bz/gcVxj1

Un titolo lungo How Come You Never Go There, come fai a venire, se tu non vai mai là. Potrebbe essere così, anche se non sono sicuro. Ad ogni modo a farsi interprete di questo dubbio è Feist, ospite fissa ed anche autrice di questa canzone

Feist – How Come You Never Go There

 

Tanti anni fa c’era un certo Phil Spector, produttore discografico, anche dei Beatles, se non sbaglio. Adesso c’è un’autrice, con un cognome simile. Si chiama Regina Spektor e ci fa ascoltare questa sua The Call, la chiamata

Regina Spektor – The Call


Da Set Yourself on Fire, terzo album in studio degli Stars, ci ascoltiamo Ageless Beauty, indubbiamente una cosa bella, in senso letterale. Si tratta infatti di una bellezza senza età, una bellezza prorompente, dilaga in un turbinio di suoni in questa canzone

Stars – Ageless Beauty

 

 

 

   

Dei momenti di dolcezza, arrivano con questo brano, intitolato My Love. Non c’è dubbio si tratti di una canzone d’amore, fa anche da colonna sonora e da sfondo a The Twilight Saga: Eclipse . E’ cantata in maniera angelica da quest’artista, di nome Sia  Sia – My Love

 

Tre minuti, secondo più, secondo meno. Anzi, sono tre minuti spaccati, tre minuti di pop alternativo con Tegan And Sara, e questo loro disco del 2007. Relief Next To Me è il titolo di questo pezzo. Indubbiamente bello, questo soccorso in arrivo Tegan And Sara – Relief Next To Me

 

Il quartiere dorme solo. The District Sleeps Alone dei Postal Service, l’ultima volta proposti diverso tempo fa, adesso tornano con questo pezzo, contenuto in un disco del 2003 il cui titolo era Give Up, rinunciare.

Postal Service – The District Sleeps Alone

 

   

Vampire Weekend con Ottoman. Non sono i soliti titoli, neanche la solita musica. Eppure, anche questa è una colonna sonora, come altri brani proposti. Il film in questione, questa volta è Nick & Norah’s Infinite Playlist, tradotto in Italia con tutto accadde in una notte Vampire Weekend – Ottoman


http://mrg.bz/0n13VOLowgold, una band che propongo per la prima volta. Sono contento di fare conoscere. Hanno talento e fanno buona musica. Non sapendo da che parte cominciare, ho scelto questa Just A Ride, inclusa in un disco del 2003, dal titolo Welcome To Winners

Lowgold – Just A Ride

Solo un pazzo potrebbe dire questo. Cosa sarà mai, c’è da chiedersi.Solo una canzone di Ivy, autrice mai sentita, ospite per la prima volta su questi schermi. Mi piacerebbe poter dire, e con la partecipazione straordinaria di……. solo che aspetto di conoscerla meglio, mi sembra presto, e forse sarei un pazzo a dire questo, proprio come il titolo di questa sua Only A Fool Would Say That

Ivy – Only A Fool Would Say That

 

 

   

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *