Green Garden

Fanfare. E’ il titolo del brano di Jonathan Wilson, prima proposta di oggi. Non vi aspettate squilli di tromba, però, l’atmosfera è anzi, abbastanza rarefatta, giusto per farci viaggiare, idealmente, in questo lungo ponte di novembre

Jonathan Wilson – Fanfare

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/9/9d/Trumpet_1.jpg/799px-Trumpet_1.jpgPJ

Oddisee è nato a Washington, da padre sudanese e madre afro-americana. Il suo vero nome è Amir Mohamed e ci fa ascoltare The Gospel, brano interamente strumentale

Oddisee – The Gospel

Sirens of Your Toxic Spirit, il prossimo pezzo, quello che vede protagonisti gli americani of Montreal. Tornano per l’occasione con questo brano melodioso, acustico. Suonando, strumenti veri, dopo la parentesi elettronica del brano precedente

of Montreal – Sirens of Your Toxic Spirit

Assecondando e seguendo una voce calda, questa di Darkside, un po’ ritmata, un po’ accompagnata da chitarre varie. Il pezzo, Paper Trails, fa parte dell’ultimo album, uscito il 7 ottobre, Psychic

Darkside – Paper Trails

Classificato all’inizio come soggetto non identificato, sono poi riuscito a dare delle coordinate a Sinnerman, che sarebbe, nient’altro che un peccatore. E’ quindi l’idea, poi attribuibile a tutti, ad ognuno di noi. Ad averla, in versione musicale Tumbleweed

Tumbleweed – Sinnerman

Un giardino verde, Green Garden. Ammesso di poterlo vedere e sopratutto ascoltare, vista l’intermittente connessione ad internet, tipica, dei giorni di festa. Ad ogni modo riconosco (ovviamente, dico per dire) la voce di

 Laura Mvula – Green Garden

Con la musica che va e viene, si interrompe continuamente, ascolto, o meglio, cerco di ascoltare, questa Keith St degli Oh Mercy, bel gruppo che non ascoltavo da un’infinità di tempo, ma che mi ricordavo, anche per questo nome, così particolare

Oh Mercy – Keith St

Muchacho, parola spagnola molto conosciuta, che più o meno tutti sanno, vuol dire ragazzo. Prendendo in prestito una massima della Settimana Enigmistica, forse non tutti sanno che….. è anche un album dei Phosphorescent, dal quale è tratto il prossimo pezzo, Ride On/Right On

Phosphorescent – Ride On/Right On

Il prossimo autore, Busby Marou. Il nome non mi diceva niente, poche anche le informazioni su di lui. Ad ogni modo, abbiamo già provato ad ascoltarlo, ormai molto tempo fa. Il suo brano, All of You, è uscito a marzo dell’anno scorso, incluso in una compilation Stage Mothers – The Aussie BBQ 2012

Busby Marou – All of You

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *