Hamburg 1961

Ends Of The Earth, ed in poco più di due minuti, si celebra la fine della terra. Da un’idea di Paul Weller in questo disco del 2007 a cui ha dato il titolo Wild Wood Deluxe, selvatico lusso. Con la terra che intanto trema, sotto i nostri piedi, ascoltiamo allora questo brano Paul Weller – Ends Of The Earth

357202778_6df063be8a.jpg

Non era sicuramente la fine, ma l’inizio di un’era, di un certo tipo di musica. Eravamo ad Amburgo, nel 1961 ed i Beatles registravano questa loro primissima canzone Ain’t She Sweet, lei non è dolce. Riconosco la voce di John Lennon Beatles – Ain’t She Sweet

Dall’ amore negato, all’amore domandato, Do I Love You?, ti amo?, ci si chiede nel titolo di questa canzone. The Ronettes era il gruppo che cantava, e correva l’anno 1964, lo stesso nel quale furono l’unica band, formata da ragazze, ad essere invitata ad esibirsi in tour con i Beatles, nel loro primo tour americano.The Ronettes – Do I Love You?

Abbandoniamo il sentimentalismo ed entriamo in un mondo di suoni metallici e futuristici. C’è un consesso di chitarre elettriche, sintetizzatore, percussioni, e gli Aerosmith, con questa canzone; sebbene hard, si intitola Sweet Emotion Aerosmith – Sweet Emotion

Chillout, un genere minimale di musica, più di atmosfera, di ambiente. Ne è un tipico esempio questa Slip Into Something More Comfortable, scivolare in qualcosa di più confortevole. Proprio quello che ci vuole, ascoltando questo brano di Kinobe Kinobe – Slip Into Something More Comfortable

Bonobo è un nome che potrebbe essere quello di un santone, o un sacerdote africano. Si tratta invece di questo autore, che vi propongo con Kong, sempre per rimanere in tema ambient. La musica però adesso è più ritmata Bonobo – Kong

House of Fun per i Madness, e condiamo il tutto con un po’ di reggae.Un brano, questo, del 1982. Ci separano giusto trent’anni, ma un po’ di divertimento, come dice il titolo, ci sta bene anche adessoMadness – House of Fun

Eels, è il nome strano di questo autore. Mi sembrava fosse qui per la prima volta, invece l’avevo proposto in un’altra occasione. Adesso ancora con noi, con questa Hey Man. Veramente minimale, anche nel titolo Eels – Hey Man

Il viaggio negli anni ci porta al 1994. Un brano dei Nirvana incluso nell’album MTV Unplugged In New York. Eseguito dal vivo, con applausi finali, a dir la verità contenuti, si intitola Polly; intraducibile, penso sia un nomeNirvana – Polly

XTC, nome sintetico di questo autore. Sembra la sigla di un canale televisivo, invece è un gruppo alternative rock inglese, in attività dal 1976 al 2005. Li sento, e li ascolto, per la prima volta, ma mi piacciono molto. Questa canzone si intitola Grass, erba, e finisce con il canto degli uccellini XTC – Grass

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *