Happy Alone

You Are Plural, e diamo il benvenuto a questo autore, con il nome che assomiglia ad un titolo, invece si chiama proprio così. Per contro, è il titolo ad essere veramente minimale, essendo un coniglio, moltiplicato per due, ovvero, Rabbit Rabbit – You Are Plural

Se non sbaglio, Neighbors dovrebbero essere vicini di casa, come mi conferma il mio amico, Google traduttore. Se è così, potrebbero anche piacermi, ma li dovrei conoscere meglio, visto che è la prima volta che li ascolto. Comunque, non sembrano male Neighbors – Outliers

E' passato tanto tempo da che li avevo proposti, e per una volta sola. Hanno un nome particolare, Nantes, e questo me li ha fatti ricordare. Andiamo allora all'omonima città francese per questo viaggio virtuale, immaginario, ma musicalmente reale Hold – Nantes

Il titolo è in francese, ma poi si esprime e canta in inglese. Proprio strano, questo bigott, ma ascoltando questo Le Petit Martien, direi che vale la pena di conoscerlo. Il titolo, tradotto, è una sorpresa, essendo il soggetto della canzone, il piccolo marziano Bigott – Le Petit Martien

Una medicina che oltre a fare bene, non faccia male, se esiste, eccola servita!! Su un piatto d'argento, o meglio su festivalmusicale, è quella gentilmente concessa da Alex Winston, la prossima autrice, con il suo brano, Medicine – Alex Winston

Nome simile agli Arcade Fire, ma sono i (forse) meno conosciuti Forest Fire. Anche io è la prima volta che li ascolto, ma devo dire che mi piacciono. Questo brano è molto melodico, si intitola Waiting In the Night, e ve lo propongo Forest Fire – Waiting In the Night

Stanno bene da soli, come suggerisce il titolo del prossimo pezzo, Happy Alone. Da sola era anche questa track, uscita a febbraio come singolo, e poi inclusa nel disco successivo, l'album Dark Arc, dei

Saintseneca – Happy Alone

Dopo tutto quello che abbiamo scritto, presentato, ascoltato, torna un'habituè del blog, Cat Power. Il bello è che il suo brano si intitoloa proprio dopo tutto, After It All. Arrangiato in maniera minimale, con solo un piano, forse per apprezzarlo appieno, dovremmo capire anche il testo. Non importa, non ci arrendiamo, va bene lo stesso, quindi eccola qui,

Cat Power – After It All

Da un habituèe, ad uno nuovo, non c'è mai stato, iniziamo ad ascoltarlo da oggi qui su fm. Sembra bravo, si chiama Owl John e ha dedicato il suo brano all'importante città americana di Los Angeles. Chiede alla metropoli del suo cuore, di essere gentile, ovvero

Los Angeles, Be Kind – Owl John

Continua? E' una domanda, questa del titolo: to be continued? La risposta è sì, per sempre all'infinito, è una giostra e continua a girare. Il divertimento è assicurato, potrà solo fermarsi un attimo, per riprendere dopo. Si dà il caso che adesso sia proprio così, essendo questo brano dei Laser Background l'ultimo della playlist di oggi

Laser Background – to be continued?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *