Heart of Gold

Leaving, abbandono, allontanamento, partenza. Partiamo anche noi, oggi, con questo brano, intitolato per la precisione The Leaving Song. Inizia come se fosse un pezzo new age, poi arriva il vocalist, un certo Chris Garneau, e canta in maniera melodrammatica, strappalacrime

Chris Garneau – The Leaving Song

Andando indietro con il nastro, la cassetta, il video. Quando c’era la parola Rewind, e poteva voler dire questa cosa sola. Adesso come parola non è più molto usata. Ci pensa allora Paolo Nutini a farla tornare in auge intitolando così la sua prossima canzone

Paolo Nutini – Rewind

I belli strumenti dell’America Latina. Li sto ascoltando, suonano meravigliosamente, e rimandano alle atmosfere magiche e poetiche di questo continente. Oltre alla musica, ci saranno tante altre cose diverse da qua, proviamo ad immaginarle con la musica di questa De Ushuaia A La Quiaca di

Gustavo A. Santaolalla – De Ushuaia A La Quiaca

Cantautore, chitarrista e ambientalista canadese. Riporto fedelmente la definizione di Wikipedia. Aggiungo io che ha una lunga storia alle spalle, avendo iniziato da più di mezzo secolo la sua attività. Sto parlando di Neil Young, di cui ci ascoltiamo Heart of Gold, uno dei pezzi più conosciuti. Inciso nel 1972

Neil Young – Heart of Gold

Cantare insieme, con le voci sovrapposte. Facile, se si è una coppia. Un ragazzo ed una ragazza all’insegna dell’easy pop. Si chiamano Paul and Louise e ci fanno ascoltare Here in This Place

Paul and Louise – Here in This Place

I wish I was a punk rocker. Vorrei essere, una punk rocker, il titolo del prossimo pezzo. Volere è potere, eccola accontentata, dunque. Così, ascoltandola semplicemente. Si chiama Sandi Thom ed è una cantante e cantautrice scozzese, nata nel 1981

Sandi Thom – I wish I was a punk rocker

Multiculturale, multietnica. Nata a Cesarea nel 1974 è franco israeliana olandese americana. Con origini russe, pure. Sto parlando di Keren Ann, premiata singer e songwriter, oggi per la prima volta con noi. La ascoltiamo con lay your head down, appoggiare la testa in giù

Keren Ann – Lay Your Head Down

E’ un gruppo pop alternativo francese, si chiamano Girbig. Non ci sono molte notizie su di loro. Solo qualche brano, tra i più conosciuti. Per esempio questo, un ep del 2008, dal titolo The Whistle of the train, il fischio del treno

Girbig – The Whistle of the train

La persona che ami. Un modo di andare dritto al cuore. Ci vuole allora la musica giusta, e la persona giusta. Torna allora, per l’occasione, dopo tanto tempo Rufus Wainwright, e canta the one you love

Rufus Wainwright – The One You Love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *