Lettere

 

Si chiamano Editors, potrebbero pubblicare libri e giornali, invece fanno bella musica. L’ascolto di oggi è una conferma del loro talento, ecco allora arrivare An End Has A Start, una fine ha un inizio, bello slogan, denso di speranza ed ottimismo

Editors – An End Has A Start

Fader, dissolvenza, appassimento tramonto. Una parola indubbiamente nuova ma al di là del significato, fa da sfondo ad una bella canzone. Questa dei Temper Traps tratta dall’album Conditions, del 2009

Temper Traps – Fader

Conosco una ragazza che si chiama come il titolo di questa canzone, Ayla. Ovviamente gli autori di questo pezzo non sono i suoi genitori, ma una band indie rock inglese di Brighton, i Maccabees. Ascoltiamoli in questa bella interpretazione

Maccabees – Ayla

Belong, può sembrare il nome del gruppo, invece è il titolo. Significa molto semplicemente appartenere. Un pezzo proposto da questo autore, quasi sicuramente una band, con questo appellativo lunghissimo The Pains of Being Pure At Heart

The Pains of Being Pure At Heart – Belong

Ancora sentimenti. Li rimettiamo in gioco con questo titolo poetico I wanna be adored, voglio essere adorato. Gli Stone Roses sono gli autori, nome che per qualche ragione non mi è nuovo, anche se li propongo per la prima volta. Probabilmente mi confondo con i Gun’s Roses

Stone Roses – I wanna be adored

 

Betty Corrigall, una donna vissuta nel XIIX secolo, protagonista di una vita in qualche modo passata alla storia. Viene ricordata, adesso, da questa canzone dei Magnetic North. Molto suggestiva, la ascoltiamo insieme

Magnetic North – Betty Corrigall

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/7/78/Zamzamah-c1950s.jpg/739px-Zamzamah-c1950s.jpgArriva una canzone originalissima, del gruppo Miike Snow. Li avevo proposti solo una volta, e mi erano piaciuti. Adesso fanno un bel bis con questa Animal, un’altro bel pezzo

Miike Snow – Animal

Mettete dei fiori, nei vostri cannoni. Erano le parole di una vecchia canzone. Sono le prime parole che mi sono venute in mente per questo brano che ha come oggetto i cannoni, cannons, degli Youth Lagoon

Youth Lagoon – cannons

 

Nome dell’autore e titolo, davvero molto brevi. Sono condensati in solo 5 lettere, tante quante le dita di una mano. Di tratta di Elle, degli M. Due appellativi corrispondenti ad altrettante lettere. Veramente minimali, per il pezzo invece, si sono prodigati molto, e sono stati senz’altro più originali

M – Elle

Electric Guest e un pezzo brillante, vivace, per chiudere in bellezza. Si tratta di questo This Head I Hold. Questa testa che tengo. Sembra scontato, ma non per tutti è così. C’è chi non ce l’ha, e chi la perde per strada

Electric Guest – This Head I Hold

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *