Little Motel

I rocker australiani Eskimo Joe, oggi per la prima volta. In omaggio al loro nome, è un po’ come mettessimo un giaccone, non per proteggerci dal freddo, ma per scaldarci con la musica, e questa loroBeating Like a Drum

Eskimo Joe Beating Like a Drum

Stai andando a Washington, ma cosa vai a fare, laggiù? Era una canzone di Lucio Dalla. Adesso arrivano proprio un gruppo, che si chiama come la capitale americana, gli Washington. Ci insegnano come domare i leoni, how to tame lions

Washington – how to tame lions

Helping The Retarded To Know God, aiutando il ritardato a conoscere l’Eterno. E’ musica mistica, a sfondo religioso filosofico, ma con delle note e dei suoni molto vellutati. Sullo sfondo, anche degli uccellini, dei violini, delle arpe. Sembra di essere in paradiso. Ad accompagnarci in questo viaggio fantastico, i Flaming Lips

Flaming Lips – Helping The Retarded To Know God

Si sconfina quasi nella musica etnica. Mi viene proprio da pensare così, ascoltando i Deerhoof, e questo loro brano molto originale. I suoni e le note, sembrano impazzire, e noi, insieme a loro e ai cattivi ragazzi al fronte, Bad Kids to the front

Deerhoof – Bad Kids to the front

Forse, più che musica etnica, è un viaggio nella psichedelia, negli straordinari effetti sonori che adesso possiamo trovare in questo pezzo, dal titolo Brain Damage [feat. Henry Rollins] (Album Version) degli Stardeath And White Dwarfs. Verso la fine del pezzo, si sentono anche delle risate

Stardeath And White Dwarfs – Brain Damage [feat. Henry Rollins] (Album Version)

Loro, sono i Death Cab for Cutie, uno dei miei gruppi preferiti. Dimostrano talento, bravura, e ci accompagnano anche oggi nella scoperta di sempre nuovi orizzonti sonori. Il brano che oggi ci propongono, Codes and Keys, codici e chiavi

Death Cab for Cutie – Codes and Keys

Jump Into My Mouth and Breathe the Stardust. Una frase lunga, corrispondente al titolo del prossimo pezzo. Tradotto: saltate nella mia bocca a respirare la polvere di stelle. Una frase da interpretare, la musica, quella dei Black Moth Super Rainbow, invece no. Va bene così!

Black Moth Super Rainbow – Jump Into My Mouth and Breathe the Stardust

Yoshimi combatte contro il robot rosa. Yoshimi Battles The Pink Robots Part 1. E’ il titolo di questo disco del 2002, sempre dei Flaming Lips. In copertina l’immagine di questo Robot Rosa, gigantesco. A cercare di contrastarlo, una bambina molto piccola

Flaming Lips – Yoshimi Battles The Pink Robots Part 1

http://cdn.morguefile.com/imageData/public/files/c/clarita/preview/fldr_2008_11_30/file000814189262.jpgNelle mie pellegrinazioni, nell’alternarsi delle mie vicende storico professionali, mi ricordo di essere stato per alcuni giorni in un piccolo motel. Che dire di più? Che adesso c’è anche un brano, intitolato così

Modest Mouse – Little Motel

Voci sgangherate, sono quelle dei Times New Viking. Sembrano ubriachi, eppure, sanno dove andare. Hanno anche intitolato questo pezzo Ways to go, quindi, non si sono persi di certo. Neanche noi ci siamo smarriti e andiamo avanti, fermandoci con questo brano, ma solo per oggi

Times New Viking – Ways to go

clarita

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *