Revolution

Sembra tutto uguale, ma in realtà, stiamo attraversando dei cambiamenti. In particolare, quest’ultima frase, è la traduzione del titolo, in originale Going Through Changes. Andiamo ordunque, attraverso questi mari perigliosi, ad ascoltarci anche il primo brano di oggi, degli Army of Me

Army of Me – Going Through Changes

Torniamo quindi al punto di partenza, ma non per rimanere fermi ma per iniziare un cammino e malgrado le avversità e gli imprevisti, andiamo dritto su e giù , Straight Up and Down come il titolo di questo bel pezzo dei Brian Jonestown Massacre – Straight Up and Down

Parlando di mare, c’è adesso un gruppo, chiamato Lost Ocean. Coincidenze, combinazioni non casuali. Eppure, anche perduti nell’oceano, si può trovare la forza di credere, come sembra voler dire questo titolo, Believe

Lost Ocean – Believe

Too Late era stato un grande successo di 40 anni fa di Carole King. Ecco adesso questo titolo che ritorna. Mi ha incuriosito, ma non si tratta della stessa canzone o di una cover. A cantare, questa volta, un certo Ashes Divide, lui, veramente, mai sentito

Ashes Divide – Too Late

Tutta scatenata, amplificata, elettrificata. E ad un primo ascolto, tutta uguale. Almeno così mi sembra. E’ evidente però che non è così, non può essere così, la musica di oggi. Forse è proprio questo il bello, riprovarci, ascoltarla ancora, e scoprire le idee e le architetture musicali di questi brani. Il prossimo è questo, ancora degli

Ashes Divide – Stone

E se facessimo come in certi supermercati, dove si riempie il carrello con le promozioni 3 x 2? L’intenzione, non è questa, ma non è neanche quella di fermare una musica che sembra dirompente, inarrestabile. Questa premessa, giusto per dire, o meglio presentare, il terzo brano degli

Ashes Divide – Defamed

http://cdn.morguefile.com/imageData/public/files/j/jcronk/preview/fldr_2008_11_17/file0001238595985.jpgSe mi chiedessero di cosa ho bisogno, risponderei, di un po’ di tranquillità e dolcezza. Vediamo se me la potrà dare questo Tyler Kyte con la sua What You Need. All’ascolto, direi che la risposta potrebbe essere di sì. Beninteso, però, neanche questo è un lento

Tyler Kyte – What You Need

In mezzo alle tante novità di oggi, ecco un nome che mi ricordo Gin Blossoms. Non è nuovo, anche se in effetti, è un po’ come se lo sia, avendo fatto una sola apparizione un bel po’ di tempo fa. Torna oggi salutando le onde con il suo pezzo Wave Bye Bye

Gin Blossoms – Wave Bye Bye

jcronk

 

Revolution dei Terrible Things, il titolo è tutto un programma, il nome anche. Tutti e due, ci daranno l’energia per fare cose impensabili? Una domanda senza risposta, anche se a sentire questo brano, potrebbe essere sì. Poi, dopo, potremmo pure fermarci a ragionare, ma prima, ascoltiamo questo pezzo

Terrible Things – Revolution

L’avevo promesso che questa corsa si sarebbe fermata, o almeno avrebbe rallentato. A questo scopo, troviamo sulla nostra strada i Safetysuit,che ci offrono questa occasione, con la loro Anywhere But Here, sembra, una contraddizione in termini

Safetysuit – Anywhere But Here

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *