Revolver

Gli Skygreen Leopards, un nome brillante, il titolo del brano molto meno: The Son Makes Me Cry. Una canzone che fa piangere un po’ anche me, ma spero non sia tutto triste, anche per i fiori e le farfalle in copertina

The Skygreen Leopards – The Son Makes Me Cry

 

Antony, nome dell’autore di questo brano If It Be Your Will, titolo che stravolge schemi grammaticali imparati a scuola. Molto più semplice di quanto non sembri la traduzione: se sarà la vostra volontà

Antony – If It Be Your Will


http://mrg.bz/ibHwNO

Winchester, nome senz’altro conosciuto più per le pistole che per la musica.

L’autore di questo brano, si chiama veramente così, Jesse Winchester per la precisione. Il suo pezzo è Step By Step, passo dopo passo

Jesse Winchester – Step By Step

 

Gary Louris, un artista già incontrato, questa volta ci fa ascoltare I Wanna Get High.

Una canzone bella, da sballo come dice il titolo get high. Per lui che aveva intitolato l’album Vagabonds, non esserci con la testa e con il corpo evidentemente è normale. Noi cerchiamo di imparare da lui, ascoltandoci intanto il suo pezzo

Gary Louris – I Wanna Get High

 

Una nuova canzone per i The Black Keys, Gold On The Ceiling l’hanno intitolata, e piace subito, al primo ascolto. Con il metallo prezioso, non poteva che essere così, se poi l’oro è nel soffitto, è proprio il massimo

The Black Keys – Gold On The Ceiling

 

Ritorno a Cold Mountain, un film del 2003 la cui colonna sonora è stata composta da Jack White, autore anche di questo brano Never Far Away, mai troppo lontano. Una traduzione che introduce bene l’atmosfera un po’ nostalgica di questo pezzo, arrangiato in maniera essenziale, con una chitarra e poco più

Jack White – Never Far Away

 

Tornano i The Black Keys, e con loro, torna anche il ritmo. Canzone allegra e spensierata, nonostante il titolo, Lonely Boy, ragazzo solitario. Sempre molto attuali, anche questo disco è abbastanza recente, del 2011

The Black Keys – Lonely Boy

 

I Megapuss nel loro album d’esordio del 2008, Surfing, che dà anche il titolo alla canzone che vi propongo. La lotta, è una lotta contro le forze della natura piuttosto che tra uomo e uomo, come si vede nell’immagine di copertina, dove appare anche un pugnale

Megapuss – Surfing

 

Chris Tomlin, leader ed artista della worship music, la musica del culto, genere sconosciuto da noi, al di fuori degli oratori. Non così in America, dove esiste proprio questo filone, questa tematica, di cui fa parte anche questa canzone intitolata God Of This City

Chris Tomlin – God Of This City

 

Che le mie parole siano poche, proprio giusto questo discorso, di Matt Redman. Qual’è la cosa migliore, se a parlare sono i fatti, o la musica? Matt riesce bene con questo Let My Words Be Few, un disco bello da ascoltare

Matt Redman – Let My Words Be Few

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *