Romanticismo e Avventura

Romanticismo e Avventura

Ardente, cocente, bruciante, rovente…… Un sole che si fa desiderare, ma facciamo finta abbia questi attributi, anche perché la prima parola della scaletta è proprio “burning”, pezzo regalatoci dai War On Drugs, e ascoltiamocelo, mettendoci comodi, anche perché dura quasi 6 minuti

War On Drugs – Burning

Romanticismo e Avventura

Un disco del 2000 con una quindicina di pezzi. Ad inciderlo la cantante israeliana, di origine yemenita, Noah, già famosa a quel tempo. Il pezzo all'ascolto, è ritmato ma anche struggente, dà il titolo all'intero album Blue Touches Blue – Noah

Romanticismo e Avventura

La lingua batte dove il dente duole, quindi…….. sempre shame, soltanto shame, non accompagnato da nessun'altra parola. Cosa ci sarà mai da vergognarsi? Non abbiamo rubato, non abbiamo fatto niente di male, siamo vestiti e ci presentiamo dignitosamente, e allora……. Ma allora c'è questo brano che si intitola proprio così, e ad interpretarlo Pj Harvey – Shame

Romanticismo e Avventura

Chi ha fortuna deve vergognarsi? In un mondo abituato a pensare in negativo, forse sì. Potrebbe essere questa la ragione per mettere insieme due cose apparentemente inconciliabili, la vergogna e la fortuna, titolo del prossimo brano degli Yeah Yeah Yeahs shame and fortune

Un nome strano, che anche a cercarlo, non lo troverei, neppure con il lanternino. E' molto particolare, se ci fosse stato, qui sul blog, me lo sarei ricordato. E' Cody ChesnuTT, l'autore del prossimo pezzo. Il titolo, quello è semplice, non desta problemi o preoccupazioni, anche perché è naturale, della natura, il seme,The Seed – Cody ChesnuTT

Sono in cinque, sono islandesi, fantastici creatori di meravigliose atmosfere. La loro musica, forse potrebbe salvare il mondo dai disastri, forse potrebbe salvare il futuro, la speranza. Di sicuro dà spazio all'immaginazione, e stupisce anche questa volta. Mi sono dimenticato il nome, sono i Sigur Ros, e li ascoltiamo con Varúð – Sigur Ròs

Ancora vergogna, shame. Una condanna, questa di oggi. Cerchiamo di andare avanti per la nostra strada, nonostante tutto, e nonostante questo piangere di vergogna, addirittura. Non sto scherzando, è proprio Crying Shame il titolo del prossimo brano, proposto dai Muse – Crying Shame

Allo' Darlin, sempre a proposito della stranezza di certi nomi. Anche questo, stupisce, ma nello stesso tempo ci dà modo di scoprire questo nuovo autore, un po' folk, un po' alternative. Il ritmo, si mantiene alto, il brano Romance and Adventure, romanticismo e avventura 

Running Dry, funzionamento a secco, un po' come se si trattasse di un lavaggio o di una tintoria. E' invece Neil Young, in compagnia dei Crazy Horse. Un brano molto dolce, forse anche troppo. Melenso, zuccheroso, ma per finire in bellezza, ci può anche stare. C'è anche un violino, ad accompagnare queste note, rigorosamente acustiche e strumentali 

Neil Young – Running Dry

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *