Strange Times

Gli Arcade Fire sono una nostra vecchia conoscenza. We Exist è però un brano che non era mai passato sotto la puntina del nostro giradischi virtuale. E’ il momento di ascoltarlo adesso, questo inno alla vita, noi qui, ora, We Exist – Arcade Fire

Cosa possono fare, solamente due dita, Two Fingers, se ad usarle è il giovanissimo Jake Bugg. Questo è uno dei suoi pezzi più famosi e conosciuti, ascoltabile anche su un album inciso dal vivo l’anno scorso, Live At the Maze, Nottingham Jake Bugg – Two Fingers

Dutch Uncles, zii olandesi. Ma cosa avranno mai da dirci, o da cantarci? Fester, marcire. Non sapevo cosa volesse dire, adesso l’ho imparato. Ogni tanto bisogna bandire i compromessi e le mezze misure

Dutch Uncles – Fester

Suoni ermetici, minimali, un po’ elettronici, un po’ tecnologici. Sono Signals, segnali, quindi fanno parte di una categoria a sè stante, e ci danno l’occasione di ascoltare anche qualcosa di diverso. A proporcelo, i Notwist – Signals

Sono tempi strani, Strange Times. Ma cosa ci volete fare, bisogna prenderli un po’ così, come vengono. L’importante è non prendersela troppo, e scusate il gioco di parole. Oppure, meglio ancora, trovare un senso, magari sonoro-musicale, come fanno loro, i bravissimi black keys – Strange Times

Fake Love Hypocrisy, un falso amore ipocrita. Un amore molto diffuso, Cosa si fa, pur di salvare le apparenze….. Le convenzioni sono importanti e forse anche un certo Lucas Hamming la pensa, o almeno la canta, così Lucas Hamming – Fake Love Hypocrisy

Nero come la pece, liquido altamente viscoso, ricavato da bitume o da legni resinosi, è un potente collante. Sembra di essere dentro un testo di scienza o di botanica, siamo invece, con questa immagine, dentro il pianeta della bella musica con gli Elementary Penguins e la loro  Pitch Black

Shearwater, ed è ancora la bella musica che dà la migliore espressione di sè. Questo gruppo lo conosciamo già, ma sono contento di riproporlo, anche per farvi (ri)ascoltare il loro talento, con questa

You As You Were – Shearwater

Due singoli ed un EP, usciti tutti quest’anno. Si impone all’attenzione del pubblico, della critica, e raggiunge subito il successo. Si chiama Hozier, e lo ascoltiamo con From Eden

Hozier – From Eden

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *