Surf Rider

Si direbbe che sia tornato dal mare, Down By The Seaside, come mi suggerisce questa espressione. Indubbiamente, se c'è andato, ha avuto coraggio. Avrà avuto freddo, forse si sarà preso qualche goccia di pioggio, ma non per questo ha perso il buonumore. Canta, tranquillo, felice, senza preoccuparsi troppo, il brano è intitolato così, e l'autore Power of County, è qui per la prima volta Power of County – Down By The Seaside

(Crazy For You But) Not That Crazy, pazzo per te, ma non quel tipo di pazzia. C'è una pazzia d'amore, creativa, poi c'è quella classica, distruttiva. Credo i Magnetic Fields si riferiscano a quest'ultima, per descrivere il loro stato d'animo. Indubbiamente, se si tratta di questo, non l'hanno dimostrata con questo pezzo, molto bello Magnetic Fields – Crazy for You

Mad World, pazzo mondo. Un tema ricorrente, questo della pazzia, solo che adesso è una pazzia collettiva, non più individuale. Purtroppo uno stato di salute psicologico e mentale realistico, in questa umanità malata di oggi. E' tutto anche toccante, profondo, ascoltando le note di questo brano di Gary Jules, in coppia con Michael Andrews and Gary Jules – Mad World

Parlando troppo di follia, si è ristretto il nostro campo visivo. Per fortuna adesso arrivano i Real Estate, a darci una bella prospettiva, un brano intitolato Horizon, per darci la maniera di guardare avanti in là, ammirando un bel panorama, che poi altro non è che un orizzonte. Apriamo gli occhi, maanche le orecchie, e ascoltiamo questo brano   Real Estate – Horizon

La bellezza, la straordinarietà di essere delle persone normali. La cosa più semplice, ma a volte anche la più difficile. Se si potesse avere la normalità, la tranquillità, la saggezza, la giovinezza, la ricchezza, saremmo gli uomini più felici e fortunati del mondo. Mi sono dimenticato qualcosa? Si, il titolo e gli autori, Normal Person – Arcade Fire

Nell'ultimo post, si parlava di oceani. All'inizio di questo post, parlavo di mare. Ecco il ritorno, inesorabile, di questo tema, argomento fantasma, se non altro per questa stagione e questo nostro mese di agosto. C'è Keane, nella prossima proposta di oggi. Canta di un oceano, quello che pur essendo il più vicino a noi, io ho avuto l'opportunità di vedere molto raramente, Atlantic – Keane

Un produttore americano di musica sintetico-elettronica. Si chiama Will Wiesenfeld, ma è meglio conosciuto con lo pseudonimo di Baths. C'è adesso il suo pezzo più conosciuto, non mi fa impazzire, ma, se non altro è suggestivo. Sembra un po' new age, mentre il titolo, quello proprio, non è granchè, lo poteva scegliere meglio. Canta infatti Ocean Death – Baths

E' l'aria, air, la protagonista del prossimo brano. Speriamo non manchi mai, speriamo ci sia sempre, e sia della qualità giusta. Non sia appestata da troppi elementi inquinanti, sia la più pulita possibile. Magari anche fresca, asciutta, non troppo fredda, neanche troppo calda, della giusta temperatura. So di chiedere troppo. Dovrei, dovremo imparare ad accontentarci, senza pensare troppo. Loro, per esempio, non si fanno problemi, hanno il giusto slancio e soni i Talking Heads – Air

Un surfista, o come si suol dire in inglese, Surf Rider. E' il titolo del prossimo brano, completamente strumentale. Giusto che non ci siano parole, deve parlare solo la natura. Chi cavalca le onde del mare, dovrà preoccuparsi soltanto di stare in piedi sulla tavola, senza cadere in mare, magari travolto da un'onda anomala. Equilibrio, quindi, fisico, mentale, e un po' di musica, come questa dei Lively Ones – Surf Rider

Surf Rider
Surf Rider
Surf Rider
Surf Rider
Surf Rider
Surf Rider
Surf Rider
Surf Rider
Surf Rider

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *