The Phone Book

Happy Yellow Bumblebee è la prima canzone di stasera, e per presentarla scomodiamo i bombi, insetti semisconosciuti della categoria degli imenotteri (spero di averlo scritto giusto). Sono proprio questi i minuscoli volatili a cui fa riferimento il brano degli of Montreal – Happy Yellow Bumblebee

 

Che sia la droga, oppure una donna valorosa, eccoci arrivati ad heroin, ovvero eroina. Il brano, molto artigianale, è suonato con solo una chitarra acustica. E' autore l'americano, nativo dell'Ohio, Joseph Arthur – Heroin

Tra le tue braccia sconosciute. Fonte di creatività, ispirazione, questa invidiabile collocazione dà modo ai Clap Your Hands Say Yeah di inventarsi questo bel pezzo, il cui titolo originale è Into Your Alien Arms. Cinque minuti e mezzo di passione. Ascoltiamoli

Clap Your Hands Say Yeah – Into Your Alien Arms

God Is an Astronaut sono un gruppo musicale post-rock proveniente dall'Irlanda, più precisamente da Glen of the Downs, non lontano Wicklow, capoluogo dell'omonima contea.Nascono nel 2002, anno di pubblicazione del loro primo album The End of the Beginning per la loro etichetta Revive Records. La loro musica è prettamente strumentale, seguendo uno stile post-rock particolarmente melodico. Dall'album All Is Violent, All Is Bright, del 2011, ci ascoltiamo Suicide By Star – God Is an Astronaut

Swords, una parola conosciuta dagli uomini, non fosse altro che per le lamette da barba ed i rasoi. Si traduce più correttamente come spade, ma è anche il titolo di un album del 2009 di Morrissey. Si parla quindi di cose, che fanno male, che feriscono, colpiscono, come il titolo dell'estratto all'ascolto, Shame Is the Name, vergogna è il nome

Morrissey – Shame Is the Name

E' Nimrod's Son, ovvero figlio di Nimrod. Ma chi era costui? Per scoprirlo dobbiamo risalire alla Genesi. Nimrod o Nemrod, era un personaggio biblico, grande cacciatore e primo fra gli uomini a costituire un potente regno, il cui nucleo iniziale fu Babele, insieme ad alcune altre città. Dopo questa lezione di storia,  i Pixies – Nimrod's Son

The Phone Book. Non è un elenco telefonico, come si potrebbe pensare, ma una rubrica, sempre utile da tenere a portata di mano, per trovare tutti i numeri di telefono. C'è da aggiungere altro? Si, oltre ad essere un accessorio abbastanza banale, è anche soggetto ed oggetto del prossimo brano degli Editors, che banale non è Editors – The Phone Book

Questa è l'ultima volta, This Is the Last Time. Dato che è così, non può non esserci una vena di tristezza e di malinconia. Ci adeguiamo allora, a questo addio, a questo estremo saluto, a questo sound, regalatoci dai

National – This Is the Last Time

Una dozzina di pezzi, di grande successo. Formavano l'album AM uscito il 9 settembre dell'anno scorso, autori gli Arctic Monkeys. Vogliamo, per una volta, essere in orario, addirittura in anticipo. Prima dell'anniversario, regaliamoci un estratto di quel disco,

No. 1 Party Anthem – Arctic Monkeys

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *