Yellow Sun Marine

It’s The Sun, più semplice di così. E’ il sole, ma a dirlo un’orchestra di 25 elementi, 15 musicisti e 10 cantanti. Il tutto fa The Polyphonic Spree e questi 5 minuti e mezzo di musica veramente corale

The Polyphonic Spree – It’s The Sun


24882

 

Cammina come un Beatle ad Abbey Road. Solo che non siamo a Londra, ma a Melbourne, in Australia. Lui è Bob Evans e ha inciso l’album Goodnight, Bull Creek! Nel 2009. Da questo suo lavoro ci ascoltiamo Someone So Much

Bob Evans – Someone So Much

 

Ian Hunter e il suo rock dinamico, in questo album che ha intitolato come lui del 1975. Musica datata, ma coinvolgente, sopratutto per chi non conosce questo musicista e compositore. Sorprendente la sua classe, è nato infatti nel 1939 ed è ancora in attività. Ci ascoltiamo uno dei suoi brani più famosi Once Bitten, Twice Shy

Ian Hunter – Once Bitten, Twice Shy

 

Un salto in avanti di più di 15 anni, giusto per presentare Des’ree, questa cantante dal nome stranissimo, inglese nata a Londra, che ci fa ascoltare Feel So High, sentirsi così bene, dall’album Mind Adventures del 1991

Des’ree – Feel So High

 

Gli Walkmen, formatisi nel 2000, sono una band indie rock di New York. La canzone che ci ascoltiamo si intitola Juveniles, minorenni, ed è tratta dall’album Lisbon, che hanno inciso nel 2010

Walkmen – Juveniles

 

Sono inglesi, di Manchester. Si chiamano Elbow ed hanno avuto un buon successo di critica, non di pubblico. Musica quindi da intenditori, come mi sembra di capire ascoltando questa canzone, che si intitola with love, dall’album build a rocket boys! del 2011.

Elbow – With Love

 

Nata dall’altra parte del mondo, in Nuova Zelanda. Un nome breve, Sophie Koh, 2 album all’attivo, uno in preparazione che uscirà quest’anno, 2012. Noi adesso ci ascoltiamo Charlie

Sophie Koh – Charlie

 

We Don’t Work, We Play Music, non lavoriamo, suoniamo musica. Oltre ad essere una mission, come si dice oggi, è anche il titolo dell’album che hanno inciso nel 2002. Sono gli australiani Cruel Sea che ci fanno ascoltare questo estratto, di 2 minuti, puramente strumentale, Joyce #2

Cruel Sea – Joyce #2

 

Open Arms, braccia aperte, A cantarle sempre gli Elbow, essendomi piaciuti, li ripropongo in questo brano tratto dallo stesso album. Da notare che lo stesso titolo ce l’hanno diverse canzoni, dei Journey, di Mariah Carey, Tina Turner, Gary Go. Braccia aperte, quindi, amate da tanti artisti

Elbow – Open Arms

 

I Thrills e l’album Teenager. Musica di buona qualità, secondo me, non solo per ragazzini. Provate a giudicare, con questa canzone. Sono irlandesi, e hanno scalato le classifiche, in Irlanda e nel Regno Unito, noi li ascoltiamo con The Midnight Choir

The Thrills – The Midnight Choir

 

A Wasteland Companion, un album del 2012 per il musicista, autore ed interprete Matthew Stephen Ward, meglio conosciuto come M.Ward, che adesso propongo con la sua Clean Slate, ardesia pulita

M.Ward – Clean Slate

 

244223Un grande successo, programmato dalle radio, canzone molto orecchiabile, di facile ascolto. Are We Lovers Or Are We Friends? Siamo amanti o amici? Una domanda pertinente, che si saranno fatti in molti. In questo caso a chiederselo sono gli Acid House Kings

Acid House Kings – Are We Lovers Or Are We Friends?

 

Meno conosciuta, ma ugualmente bella, questa Someday, dei Club 8, gruppo musicale svedese formatosi a metà degli anni ’90. Questa canzone fa parte dell’album l’amico che una volta era, The Friend I Once Had del 1998

Club 8 – Someday

 

Acid House Kings, che abbiamo apprezzato prima con un successo, adesso li ascoltiamo con Under Water, brano che da il titolo anche a questo album, che hanno realizzato nel 2011

Acid House Kings – Under Water

 

Ancora al di là dell’Atlantico con i Postmarks, che nel 2009 hanno realizzato un album dal titolo suggestivo Memories at The Enf Of The World, memorie alla fine del mondo. Un più semplice il mio portafortuna, My Lucky Charm, è il brano che ci ascoltiamo

Postmarks – My Lucky Charm

 

Futures & Folly dei Blitzen Trapper. Canzone spensierata, tratta dall’album Wild Mountain Nation, luogo delle montagne selvagge. Questo album del 2007 ha infatti una copertina paesaggistica con un lago, un uccello che ci vola sopra, montagne e foreste sullo sfondo

Blitzen Trapper – Futures & Folly

 

Due passeggeri, a bordo di una nave, guardano un panorama, in questo caso marino. L’immagine è in copertina dell’album European, da cui ci ascoltiamo Days, cantata dai Sambassadeur, gruppo musicale svedese

Sambassadeur – Days

 

Con The Mary Onettes, rimaniamo in Svezia. Come protagonista il mare con il titolo del loro album Islands, del 2009. Century è un estratto di questo lavoro

The Mary Onettes – Century

 

Ancora un abbreviativo per l’autore di questa canzone, che si chiama Dr. Dog. Non è una musica da cani, è una canzone molto bella, si intitola Stranger ed è tratta dall’album Anti 2010 Spring Compilation

Dr. Dog – Stranger

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *