Taking Control

Penso di non averli mai sentiti. Hanno una connotazione spiccatamente classic rock, vengono da Portland, Oregon. Sono i Red Fang, e ci danno una bella scossa, con questa loro Blood Like Cream. Veramente originale come titolo Red Fang – Blood Like Cream

Continua il rock, questa volta datato, visto che retrocediamo agli anni ’90. Sembra comunque un sound attuale, anche se è distante 15 anni. Non per niente il brano si intitola Today, forse il più conosciuto degli Smashing Pumpkins – Today
Non è ancora la mezzanotte del 31 dicembre, anche se mancano pochi giorni. Nella mia non breve vita, sono poche le mezzanotti di fine anno degne di essere ricordate. I Fake Club hanno da raccontarne e cantarne una, passata al KOKO Fake Club – Midnight at KOKO
Santa Clara. Comune di Cuba, città americana, cittadina brasiliana, isola dell’Ecuador, e poi, tante altre cose ancora. Io pensavo di imbattermi in Santa Klaus, ma mi sono sbagliato di grosso. Ho incontrato una miriadfe di luoghi, e anche questo brano dei National – Santa Clara
Si potrebbe pensare ad uno zio, Uncle. A ben vedere però l’autore è scritto UNKLE, con la kappa, e tutto maiuscolo. C’è poi a completare il tutto il nome di un certo Thom Yorke. Si esprime con il pianoforte, anche se non credo voglia fare musica da camera. Il risultato è questa Rabbit in Your Headlights UNKLE, Thom Yorke E se tornassimo a qualcosa di più pulito, genuino, tradizionale, stile folk? Troviamo lo stile e la classe di Joni Mitchell, una chitarra, una voce poetica, un po’ di relax con questa sua I Don’t Know Where I Stand, non so dove mi trovo. Solo un momento di confusione, un attimo Joni Mitchell – I Don’t Know Where I StandI libri sono da scatole. Books From Boxes. Aspetteranno qualcuno che li sistemi. Un patrimonio di cultura, saggezza, narrativa, che non potrà rimanere troppo a lungo in mezzo al cartone. In attesa di un provvidenziale intervento, ci ascoltiamo l’omonimo pezzo dei Maximo Park – Books From BoxesBacco Tabacco e Venere, riducono l’uomo in cenere. Tutto vero, solo che dell’ultima, non ne possiamo fare a meno. Le prime due, meglio scordarle, o forse, cantarle, con questo brano degli Oasis – Cigarettes & AlcoholBlack Balloon, palloncino nero. Non il solito palloncino che si perde nell’aria, per andare chissà dove. Questo è interessante, degno di nota. Gli autori che lo fanno svolazzare sopra le nostre teste, dimostrano di avere un certo talento e sono gli anglo-americani Kills – Black BalloonDopo tutto, sopratutto, non un amaro o un digestivo, ma il controllo, il controllo preso e ripreso, dopo svariate peripezie. Abbiamo visto sigarette, nottate, alcol, palloncini, zii, sangue, scosse confusione. A rimettere ordine a tutto quanto ci pensa Alberta Cross con Taking Control Alberta Cross

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *