Summer Sun

E’ il 14 luglio, una festa francese, spiccatamente francese. La presa della Bastiglia, per caso? Non lo so, dovrei cercare un libro e mettermi a ripassare degli argomenti di storia. Ruen, peraltro, località transalpina, mi ha spinto a parlare di queste cose. Ruen è anche il nome del prossimo autore, o dei prossimi autori, 2 fratelli, essendo il nome completo Ruen Brothers. Ci propongono la loro Summer Sun – Ruen Brothers

La musica mi convince. L’interpretazione e la voce anche. Per le parole, sinceramente, non so cosa dire, anche perché dice che vorrebbe vivere nel sale, più precisamente, I should live in Salt. Non so se intendeva l’acqua di mare, forse….Il nome dell’autore, anche lui stranissimo, è quello di Asgeir – I Should live in salt

Sai la gente è strana, prima si odia poi si ama. Quindi la gente cambia. Lo diceva molti anni fa Mia Martini, oggi, ugualmente, con altre note ed un altro sound, lo dice un certo Mipso, con la sua People Change – Mipso

Ci sarà anche una poetessa americana, a cantare il prossimo brano. Un pezzo, come quelli che si usavano una volta, con un sapore spiccatamente di cantautorato, si chiede e ci chiede, Can I Stay, e la voce è quella di Ira Wolf – Can I Stay

L’amore non è bello, se non è litigarello. Lasciatemi ritornare un po’ sui miei passi, per ripercorrere quella che è la mia storia, proponendovi un brano che sì, davvero, io ho amato molto. La voce è quella di Jimmy Fontana – L’amore non è bello, se non è litigarello

Infatti, sempre per ritornare alla mia storia, ero in un giardino, in vacanza in Inghilterra, e per la prima volta sentivo questo brano, di Gilbert O’ Sullivan. Oltremodo inglese, lasciamoci cullare e godiamo questa sua What’s in a Kiss – Gilbert O’ Sullivan

Problematico questo titolo. Dayzead Inn Daydreams. Chissà cosa vorrà dire….Problema e argomento secondario. La propongo comunque perché è una bella canzone e la voce è quella degli Ariel Pink – . Dayzead Inn Daydreams

Altro autore che mi piace molto si chiama Cass Mc Combs. Di lui, vi vorrei fare ascoltare questa sua, Switch. Beninteso, continuando a parlare di musica, e non di tecnologia e del digitale terrestre. Cass Mc Combs – Switch

Mi fanno gioire, esaltare, amare, intristire e disperare. Quante cose mi fanno fare, le mie ragazze. Sono le my girls, cantate, con una babele di voci dagli Animal Collective – My Girls